Cos'è il metodo Pilates - Studio Lonoce
108
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-108,page-parent,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

Pilates

COME NASCE QUESTA DISCIPLINA?

Cos’è il metodo Pilates e a cosa serve?

Che cos’è Il metodo Pilates, o semplicemente Pilates, è un sistema di allenamento che mira a rafforzare il corpo, a modellarlo, a correggere la postura e a migliorare la fluidità e la precisione dei movimenti.

Il Metodo Pilates è la completa coordinazione di corpo, mente e spirito

Joseph Pilates

Joseph Pilates si dedicò fin da giovanissimo a diverse discipline sportive, appassionandosi allo studio scientifico del corpo umano.

Durante la Prima Guerra Mondiale fu internato in un campo di prigionia a Lancaster con altri tedeschi, dove concepì le innovative tesi sulla la cura e la riabilitazione, ideando le sue famose macchine. Nel 1926 emigrò a New York e fondò uno studio con sua moglie Clara, insegnando i suoi esercizi a danzatori, inclusi Martha Graham e George Balanchine, divenendo così famoso fra attori e atleti.

GLI ESERCIZI DI PILATES SI BASANO SU SEI PRINCIPI FONDAMENTALI:

1. Centro

Il baricentro è inteso come principio di stabilizzazione del bacino attraverso il lavoro sinergico della regione addominale con quella lombare. Un appropriato sviluppo del lavoro sul baricentro significa minor dispendio energetico e una ridotta incidenza di infortuni e di dolori lombari e dorsali.

2. Concentrazione

La concentrazione è importante affinché si possano eseguire correttamente gli esercizi richiesti. È necessario pertanto prestare molta attenzione ad ogni singolo movimento, in quanto ogni parte del corpo ha importanza e nulla deve essere trascurato o ignorato. La concentrazione richiesta non si esaurisce tuttavia nel movimento, ma è estesa a tutti gli aspetti del proprio corpo. Si diventa così consapevoli della postura mantenuta durante l’esecuzione dell’esercizio.

3. Controllo

Con la concentrazione si ottiene il totale controllo di ogni movimento. Nulla nel metodo Pilates è casuale. È necessario quindi non solo tenere sotto controllo il movimento relativo ad un’articolazione, ma anche la posizione della testa, del collo, degli arti superiori, delle dita delle mani, delle spalle, della schiena, del bacino, degli arti inferiori, dei piedi e perfino delle dita dei piedi. Muoversi senza controllo può portare ad infortunarsi. Il metodo Pilates insegna ad avere il pieno controllo del proprio corpo ed a non essere esclusivamente al servizio di esso.

4. Movimento fluido.

Nessun movimento deve essere eseguito in modo rigido e contratto, così come non deve risultare né troppo rapido né troppo lento. Nel movimento ci deve essere armonia, grazia e fluidità affiancata al controllo del movimento stesso. Secondo J.H. Pilates la fluidità dei movimenti deriva dalla forza del baricentro.

5. Precisione

La precisione è un altro aspetto fondamentale che deriva dal controllo. La mancanza di controllo nell’esecuzione degli esercizi porta inevitabilmente ad una scorretta interpretazione ed esecuzione. La precisione dei movimenti determina il bilanciamento del tono muscolare che si traduce, nella vita di tutti i giorni, nella grazia e nell’economia dei movimenti.

6. Respirazione

Una fluida e completa inspirazione ed espirazione sono parte di ogni esercizio del metodo Pilates. La respirazione deve essere correttamente coordinata con i movimenti che si compiono, ed è per questo che ogni esercizio del metodo Pilates è accompagnato da istruzioni per una corretta respirazione.